il giardino di enzo

E' grande, pieno di vita, fiori, alberi, animali, uomini, donne

un luogo vario

mercoledì 16 settembre 2009

la musica

Oggi la giornata ha preso una via buona, dopo la giornata di ieri ci voleva.
Ho ripreso la chitarra in mano, sarà stato un mese che non suonavo. Mi sono divertito parecchio e sotto sotto mi sono congratulato con me nel trovarmi così in forma dopo tanto tempo. Ho creato un giretto, tre accordi (sol, fa, mi), mi ci sono buttato a capofitto e dopo poco il mio braccio destro era debole, sicché ho cominciato ad alternare momenti di calma a momenti di ritmo elevato fino a quando il muscolo si è scaldato e mi sono liberato e ho goduto come un cammello, puoi uscire da tutto e ritrovarti in un luogo morbido, ondeggiante, che vien da sé. Mi fanno ancora male le punte delle dita. Ho anche rivisto un po' di pezzi che mi porto dietro ormai da tempo ed erano lì belli freschi nella testa. Quando sto a lungo senza lo strumento in mano Ho sempre ho timore di trovarmi lì e non avere niente da dire.
L'acqua è sul fuoco che bolle da un po' e il tempo si è ridimensionato, l'orologio va ad una velocità diversa dalla mia. Oggi un panino, ho fame ma sto bene, la musica fa rivivere.

5 commenti:

Dalle8alle5 ha detto...

Ci sono delle cose che ho sempre voluto saper fare ma che sono al di là delle mie capacità, una di queste è suonare. Non ci riuscirò mai, ho un problema "acustico", non distinguo le note, non sento il ritmo, non mi accorgo nemmeno se qualcuno stona. Insomma, sono proprio negata. E, quindi, ti invidio!

(riguardo i feed rss, wikipedia li descrive meglio di quanto potrei mai fare io: http://it.wikipedia.org/wiki/Feed )

un amico ha detto...

"era ora"... dissero Corde... "a stare ferme si rischiava l'ossidazione". Alle Corde l'idea di ossidarsi metteva i brividi, e una corda coi brividi normalmente poi stona nel vibrare, ci ha come un riverbero.

abbracci musicali
effe

Tina ha detto...

E alla fine ci si ritrova tutti o quasi nello stesso posto, come guidati da una vibrazione armonica o ... da un suono di chitarra.
Buona giornata a tutti amici miei di tastiera. ;-))

ekeka.z ha detto...

vorrei chiedere del giorno precedente. chissà cosa sarà successo. ma poi mi dico, ma fatti gli affaracci tuoi!
ma poi penso che a volte può essere piacevole se qualcuno ti chiede come va e si dimostra interessato, anche se le cose non vanno troppo bene.
ma un po' fortunato lo sei già, visto che sai da solo quali corde toccare per rivivere.
buona serata

il giardino di enzo ha detto...

@ Dalle8alle5: ma non esiste proprio, ho un amico che era stonato come una assemblea di campane, amava N. Young e si prese una chitarra, la passione fece il resto.

@ Cronista: efficace, affettivo, affabulatore: effe effe effe.

@ Tina: è l'amore per l'uomo che ci unisce e ci fa ritrovare. Tastieriamoci tutti.

@ Ekeka.z: la solidarietà degli amici fa solo bene: grazie grazie e grazie! E' vero, sono un uomo molto fortunato, comunque niente viene per caso e al caso bisogna dare almeno una spintina.

Amici tutti, la vostra presenza mi fa sempre pensare che sotto sotto ce la possiamo fare, non so quando, non so cosa.
Siete belli, ciao...

Archivio blog