il giardino di enzo

E' grande, pieno di vita, fiori, alberi, animali, uomini, donne

un luogo vario

venerdì 22 gennaio 2010

aggiornamenti

Il blog è nato per caso, per la condivisione di immagini e pensieri inerenti al Giardino, per poter raccontare qui le mie meraviglie, i miei stupori.
Ora, in questi giorni di freddo (tanto) la testa è un po' altrove.
Nel frattempo è ricominciata a crescere l'erba e sabato scorso ho tagliato dietro, sudata ghiaccia e via.
Ora è venerdì sera, sto lavorando a casa mentre scrivo, domani credo affronterò il pezzo sopra: scarpe antinfortunistiche, jeans vecchi sdruciti e un po' zozzi, tredici maglioni destinati a sfogliarsi come le cipolle, vecchia giacca di pelle stile corsaiolo da moto con squarcio sulla spalla sinistra (e un perché ci sarà).
La vecchia falciatrice rugginosa è inchiodata sul massimo, ma non è che il motore giri granché.
Bene, piano piano sto atterrando, spero di riuscire a mettere un materasso nel punto giusto.
Gina è fuori, in guardia davanti alla porta delle scale, Max sonnecchia aspettando la cena. Foxtrot mi ha accompagnato in questo tardo pomeriggio.
Stasera in città.
Torno al lavoro, è tardi.

10 commenti:

un amico di lì a poco ha detto...

Carissimo Enzo,
stai sù la vita è bella, gli dei sono propizi, la gioventù non passa mai, presto torna primavera, l'erba cresce, il cielo si dirada, un sorriso li sta seppellendo, il punto di svolta è già qui, l'era dell'acquario si è aperta e faremo per sempre l'amore e non mai più la guerra...


sì sono di buon umore...
VENDOla mia passione... anzi no la regalo!

Ah ah ah, mi sto facendo una bella risata alla faccia di un mucchio di mummie tristi che ci vogliono far ingrigire grigi, e l'idea che a qualche trombone di partito... (sarà anche partito... ma dove è andato?)... gli girano a me fa star bene... presto o tardi vedrai che schiattano... e le risate affrettano l'evento.

Fai come me.. non ti curar di nulla ma guarda e ridi!

abbracci–acci mattutini
effe

Silvia... ha detto...

... ero curiosa !!! Ti ho trovato da Asha e m'è piaciuto come hai parlato della donna che sta al tuo fianco ... !!! Sarà cvhe sono innamorata dell'Amore ...!!! Buona giornata !

il giardino di enzo ha detto...

@ Effe: caro amico, a volte mi sembra sia giunta l'era dell'acquaio, mi prende che mi sento attirato nel gorgo dello scarico, con destinazione fogna. Poi mi passa, lo so, è ciclico.
Ci si per un tè? Alle cinquemmezzo?

@ Silvia: che già scrivere così... anch'io vivo d'amore, è la mia grande pila. Benvenuta il Giardino.

ekeka.z ha detto...

gli amici come effe sono carezze che arrivano dritte al cuore.
buona serata :)

il giardino di enzo ha detto...

Oh Ekeka.z, ben trovata.
E' così, ci siam visti ieri e mi son sentito bene.
Gli amici sono amore.

Tina ha detto...

Gli amici sono amore quando gli uomini e le donne hanno l'anima.
;-))

Adoro il giardino e adoro i resoconti come questo. ;-))

Effe, ho brindato due minuti dopo aver sentito che era in vantaggio, una zoccolata sui denti a baffino e il suo alleato la sognavo, ma così...73 a 27, da orgasmo mentale.
Ciao Paolo ;-))

Lindalov ha detto...

In questa atmosfera ti avrei preparato i biscotti e una tazza di vin brulé bollente al tuo rientro dal prato falciato di fresco.
Avrei poi indossato i tuoi maglioni, quelli grandi, senza niente sotto.
E ti avrei aspettato così.

(se hai moglie ecc che legge blog questo era solo un gioco) :-)

il giardino di enzo ha detto...

@ Lindalov: ogni tanto Letizia legge il mio blog, e conoscendola prenderà appunti per il prossimo taglio (una quindicina di giorni).
In ogni caso riferirò :-)

ekeka.z ha detto...

per Linda
vivo in un ambiente non molto diverso da enzo ed il consiglio che gli hai dato è pratica consueta quando si può. come d'estate, potere annaffiare l'orto in mutande è pura beatitudine.
è il bello di vivere in mezzo ai lupi.
buondì a tutti e due.
ah! pure a Letizia. :)

dopocena ha detto...

"Stasera in città"
potrebbe essere il titolo per la non città di Pisa....
Meglio la campagna, come tu hai scelto e la compagnia d'altrove.

Archivio blog