il giardino di enzo

E' grande, pieno di vita, fiori, alberi, animali, uomini, donne

un luogo vario

domenica 19 ottobre 2008

una volta alla settimana

Esseri umani se ne vedono pochi ultimamente. Uno non c'è mai, l'altro è schivo, altri ancora sono dall'altra parte del giardino, il grande gruppo che viveva qui fino a pochi mesi fa si è dissolto, l'odiato vicino è andato via (e i cani son sempre qui). Io riesco a metter mano alla forma digitale del giardino solamente nel fine settimana e così facendo mi accorgo ancor più dell'avanzare delle stagioni. Non piove da mesi e nonostante ciò ecco che i funghi spuntano come funghi, come tutti gli anni, all'ombra degli allori.
Invece sulla parte anteriore del giardino, nell'aiuola delle rose, ecco i pomodori, seminati involontariamente con il compost e quasi pronti per la tavola.
Sembra un'astronave aliena questo seme di tiglio, sospeso nell'aria, trattenuto da un filo di ragnatela.
Non smettiamo mai di stupirci, fa bene alla salute.

3 commenti:

matteo ha detto...

...oggi piove invece!
per la madonna!
..e per la felicità dei nostri cari raccoglitori di olive!

Anonimo ha detto...

sono tutti dei gran vagabondi, frickettoni del cazzo, drogati e piovuti pure loro

matteo ha detto...

si si..
confermo tutto!!!

Archivio blog